News

Ultime notizie in materia previdenziale, tributi, agevolazioni, bonus

Contributo fondo perduto ristorazione collettiva: al via la domanda

Le imprese che svolgono servizi di ristorazione di comunità e che hanno subito un calo di ricavi pari ad almeno il 15 per cento rispetto al 2019 hanno 14 giorni di tempo per richiedere gli aiuti previsti dal Decreto Sostegni bis.

In particolare, la possibilità di richiedere i contributi a fondo perduto è riservata alle imprese che presentano i seguenti requisiti:

  • svolgere servizi di ristorazione collettiva tramite uno dei due codici ATECO ammessi, ossia 2007 56.29.10 "Mense" e 56.29.20 "Catering continuativo su base contrattuale";
  • avere registrato nel 2020 una riduzione dei ricavi pari almeno al 15 per cento rispetto al 2019;
  • risultare regolarmente costituite, iscritte e "attive" nel Registro delle imprese;
  • avere sede legale o operativa sul territorio nazionale;
  • presentare un ammontare dei ricavi nell'anno 2019 generato per almeno il 50 per cento dai corrispettivi per i contratti di ristorazione;
  • non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie;
  • non essere già in difficoltà al 31 dicembre 2019, come da definizione stabilita dall'articolo 2, punto 18, del regolamento di esenzione.

Per le imprese costituite nel corso del 2019 il calcolo del calo del fatturato sarà effettuato in base ai valori degli imponibili delle fatture emesse e dei corrispettivi certificati nei periodi infrannuali di riferimento.

Per presentare apposita istanza si parte dal 6 giugno ed è possibile procedere entro la scadenza del 20 giugno 2022.

 

© 2017-2022 Pratiche Previdenziali. All Rights Reserved.